Beni mobili destinati alla donazione ad enti pubblici, associazioni di volontariato o fondazioni senza scopo di lucro

Logo Consiglio regionale

La Regione Toscana ha approvato un avviso per donare mobili ad enti pubblici, organizzazioni di volontariato o enti, associazioni, fondazioni che perseguono finalità di pubblica utilità senza scopo di lucro (ai sensi dell’articolo 75 comma 2 del regolamento del Consiglio regionale 27 giugno 2018, n. 28 “Regolamento interno di amministrazione e contabilità” R.I.A.C.).

Le richieste, indirizzate al Consiglio regionale della Toscana Settore Bilancio e Finanze (Via Cavour, 18 - 50129 Firenze), dovranno pervenire entro il termine del 18 dicembre 2019 attraverso uno dei seguenti canali:

  • InterPRO, per gli enti toscani che utilizzano il protocollo interoperabile;
  • Ap@ci – Regione Toscana (modalità che fornisce al mittente la notifica della avvenuta protocollazione dei documenti inviati), collegandosi al sito http://www.regione.toscana.it/apaci; per l'invio del documento al Consiglio regionale della Toscana si deve selezionare come Ente destinatario - AOO Consiglio Regionale della Toscana;
  • posta elettronica certificata all’indirizzo consiglioregionale@postacert.toscana.it;
  • consegna a mano presso l’Ufficio Protocollo del Consiglio regionale Toscana – Palazzo del Pegaso – I piano – Via Cavour, 4 Firenze nei giorni da lunedì a venerdì con orario 09.00 – 13-00.

L’esito della procedura di assegnazione sarà pubblicata ESCLUSIVAMENTE nel sito internet del Consiglio regionale della Toscana nella pagina “Avvisi, bande e gare”. 
Il soggetto assegnatario, salvo casi debitamente motivati, è tenuto a ritirare i beni entro novanta giorni dalla data di pubblicazione della comunicazione di assegnazione, a pena di decadenza. I beni sono collocati presso la sede del Consiglio regionale in Via Cavour, 18 Firenze il cui accesso è soggetto ad apposite norme comunali di limitazione del traffico. Tutte le spese per il ritiro, trasporto, installazione e montaggio dei beni sono a carico dei soggetti assegnatari. 
I beni che dovessero rendersi disponibili a seguito di decadenza o rinuncia dei soggetti beneficiari potranno essere riassegnati ai soggetti partecipanti all’avviso, con precedenza verso i soggetti inizialmente risultanti non assegnatari per mancanza di beni e successivamente anche verso coloro che sono risultati già beneficiari sulla base dell’ordine di assegnazione pubblicato e fino all’esaurimento dei beni del presente avviso.

Maggiori informazioni nell'avviso scaricabile a fondo pagina.

Allegati Size
Avviso 216.08 KB
Fac simile richiesta 105.53 KB