Norme di prevenzione degli incendi boschivi

Immagine tratta dal depliant

Regione Toscana ricorda le norme che devono essere seguite, anche fuori dal periodo a rischio (fino al 30/06/2020), per prevenire l’insorgenza di incendi boschivi.

Norme da seguire in caso di abbruciamenti

  • eseguire gli abbruciamenti sempre in assenza di vento (colonna di fumo verticale) e con le opportune precauzioni
  • trattare il materiale da bruciare in piccoli cumuli, spazi ripuliti e isolati da vegetazione e residui infiammabili;
  • operare in presenza di un adeguato numero di persone e mai da soli;
  • tenere l’abbruciamento sotto controllo costante fino al suo completo spegnimento e abbandonare la zona solo dopo un’attenta verifica dell’estinzione di focolai e braci. Inoltre è opportuno dotarsi di attrezzi utili allo spegnimento del fuoco ed evitare l’abbruciamento nelle ore più calde e nei periodi di grande siccità

Norme generali di prevenzione

  • non gettare mozziconi di sigaretta o fiammiferi accesi, abituarsi ad usare portacenere portatili all’aperto;
  • non parcheggiare le auto (in particolare quelle a benzina) su erba o foglie secche, la marmitta catalitica può incendiare la vegetazione arida;
  • nelle attività domestiche non usare attrezzi che potrebbero produrre scintille o fiamme (frese, tosaerba, seghe e smerigliatrici, saldatrici, ecc.) vicino alla vegetazione;
  • per bloccare il fuoco può essere importante togliere materiale combustibile dal suo percorso.

Si ricorda che, in caso di avvistamento di un principio di incendio, anche di modesta entità, occorre chiamare subito uno dei seguenti numeri: 800 425 425 (S.O.U.P. - Sala operativa unificata permanente della Regione Toscana) o 115 (Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco).

Approfondimenti: www.regione.toscana.it/-/abbruciamento-di-residui-vegetali

Allegati Size
Depliant informativo Regione Toscana 1.68 MB